PISCINE MARMOREE PAMUKKALE UNA MERAVIGLIA DELLA NATURA

pamukkale piscine naturali
Nov 18 2016

PISCINE MARMOREE PAMUKKALE UNA MERAVIGLIA DELLA NATURA

Se volete vedere qualcosa di assolutamente spettacolare, non potete non visitare le piscine naturali di Pamukkale, una della maggiori attrazioni turistiche nel sud della Turchia. Si tratta di scogliere scavate dall’acqua nel corso dei secoli, che si presentano come dei terrazzamenti bianchi all’interno dei quali si raccoglie l’acqua termale a 35° C.
Viste da lontano sembrano una immensa cascata di neve e ghiaccio ma, considerato che in Turchia la neve è merce rara, è stato dato loro un nome altrettanto poetico ma di significato completamente diverso: Pamukkale significa letteralmente Castello di Cotone. Castello per la forma a terrazze sovrapposte con concrezioni bianche dovute all’accumulo del calcare, che sembrano colonne e cotone per il colore bianco candido.
Il sito, per la sua bellezza e particolarità, è stato dichiarato patrimonio culturale dell’Unesco ed è tutelato come un parco naturale. E’ visitabile tutto l’anno, ma solo con apposite visite guidate, che hanno lo scopo di preservare questa meraviglia della natura. In passato, infatti, l’accesso era stato lasciato completamente libero, poi i turisti che facevano il bagno nelle vasche usando prodotti detergenti e gli scarichi degli alberghi circostanti hanno rischiato di rovinare completamente questo luogo incantato. Le visite ora sono possibili sono con la guida e il contatto con l’acqua termale può avvenire solo in alcune piscine appositamente costruite oppure in uno dei tanti alberghi o spa che circondano il sito. Anche l’erogazione dell’acqua avviene in modo controllato, può capitare quindi di trovare le vasche vuote. Certo, lo spettacolo offerto dalla presenza dell’acqua che scorre da un piano all’altro, nel candore totale, magari sotto il sole, è davvero magico e impagabile, ma il luogo merita comunque una visita e vi lascerà sicuramente senza parole.
Potrete anche visitare, nelle vicinanze, l’antica città di Hierapolis, distrutta dal terribile terremoto dell’anno 60 d.C. e poi ricostruita. Qui si possono ammirare, oltre alle rovine di epoca romana, anche gli edifici termali costruiti dagli antichi che avevano già scoperto i poteri curativi delle acque termali di Pamukkale.
I luoghi simili a Pamukkale, nel mondo, si contano davvero sulle dita di una mano: uno è in Italia, stiamo parlando delle terme di Saturnia in Toscana (dove è anche possibile immergersi liberamente nelle vasche); negli Stati Uniti troviamo Mammoth Hot Springs, località che rientra nell’area protetta facente capo al parco di Yellowstone e il sito di Huanglong nella Cina centrale.
Una ragione di più per non perdervelo se vi trovate nella zona.

 

Share Post