centraline di dosaggio per piscine
Ott 31 2019

Ginnastica in acqua, che esercizi fare?

Lo sapevi che la tua amata piscina può diventare la migliore alleata per ottenere e preservare una forma fisica invidiabile? Scopri come fare tuoi i benefici dell’acquagym anche nella tranquillità di casa con 5 semplici ed efficaci esercizi.

Mantenere o ritrovare la giusta forma fisica è essenziale per la salute e il benessere psicofisico generale, lo sappiamo bene. Eppure dopo una lunga giornata di lavoro, quando la stanchezza avanza, la voglia di dedicare parte del nostro tempo all’allenamento si volatilizza in men che non si dica.

La buona notizia è che, in realtà, basta davvero poco per iniziare a prenderci cura di noi stessi in maniera attiva. Se poi abbiamo una piscina interrata a nostra disposizione, allora non c’è scusa che regga: è il momento di impegnarsi con una sana dose di acquagym fai da te. In questo importante cambio di abitudini ci aiutano alcuni semplici esercizi in acqua da praticare con costanza e attenzione.

Acquagym fai da te: le premesse fondamentali

Come tutte le attività fisiche la ginnastica in acqua richiede moderazione, metodo e prudenza. È, infatti, importante praticarla quando si è in buona salute con i consueti accorgimenti previsti per gli sport in acqua. Per esempio, se non sappiamo nuotare dobbiamo dotarci di salvagente, effettuare gli esercizi nella parte più bassa della piscina interrata ed eventualmente entrare in acqua sempre e solo in compagnia di un esperto.

In aggiunta a queste considerazioni iniziali, ci sono altre accortezze generali che valgono in ogni occasione. A questo proposito dobbiamo evitare di esagerare prolungando in maniera eccessiva la durata dell’allenamento in piscina, sottoponendo il corpo a uno stress sproporzionato rispetto alle nostre forze o a una frequenza di sessioni troppo elevata.

Da ultimo, prima di dedicarci all’acquagym è sempre utile prevedere una breve fase di riscaldamento così da prepararci al meglio all’impegno fisico richiesto.

Fitness in acqua: 5 esercizi da praticare in piscina

Ora che abbiamo ripassato le principali linee guida da rispettare, vediamo un elenco sintetico di esercizi in acqua per dimagrire.

  1. Stretching per riscaldarci

Come anticipato poco fa, il riscaldamento è la prima attività da prevedere ogni qualvolta decidiamo di allenarci. Dedichiamo, perciò, alcuni minuti agli allungamenti e alle torsioni di busto, braccia, gambe, bacino. Se lo desideriamo possiamo eseguirli prima di entrare in vasca, in alternativa direttamente una volta in acqua.

  1. La camminata in acqua

Nella parte bassa della piscina interrata, camminiamo con passo tranquillo andando da bordo a bordo frontalmente. Procediamo avanti indietro per circa 5 minuti.

  1. La corsa dolce

Proseguiamo l’acquagym scegliendo di correre sul posto per 5 minuti senza interruzioni. Se siamo particolarmente allenati possiamo apportare una variante alzando le ginocchia al petto e aumentando il ritmo della corsa.

  1. Gli affondi

Per staccare dopo la corsa, ci dedichiamo agli affondi. Posizionati con l’acqua che ci arriva poco sopra la vita, con il busto ben dritto e le mani sui fianchi, portiamo avanti la gamba destra premendo sul fondale il piede. Riportiamo la gamba in linea con il corpo e ripetiamo l’operazione con la sinistra. Procediamo con una ventina di ripetizioni alternando sempre i due lati.

  1. La sforbiciata

Un altro esercizio in acqua interessante per i nostri scopi è la sforbiciata. Per farla al meglio, galleggiamo sul dorso e sbattiamo le gambe come per nuotare per alcuni minuti. Una variante, indicata per rendere l’esercizio più leggero o se non sappiamo nuotare, è data dalla possibilità di svolgere l’attività rimanendo ancorati al bordo della piscina interrata.

  1. Il twist

Un’altra proposta utile per tonificare e riattivare tutto il corpo è il twist che combina i saltelli con la torsione del busto. Immersi in acqua, nella zona in cui si tocca, iniziamo a saltare muovendo bacino e busto verso destra e poi verso sinistra. Continuiamo con l’esercizio per circa 30 secondi, fermandoci e ripetendo nuovamente per due volte.

Acquagym: consigli e proposte alternative

Ricapitolando. Per ottenere il massimo dall’acquagym nella tranquillità della nostra piscina interrata, dobbiamo avvalerci delle accortezze consuete per gli sport in acqua. L’allenamento su cui faremo affidamento si comporrà, perciò, di 3 macro momenti:

  • Step 0 la preparazione tramite lo stretching mirato
  • Step 1 l’attività fisica vera e propria con gli esercizi in acqua per dimagrire
  • Step 2 il defaticamento in cui torneremo allo stato di riposo

I benefici dell’acquagym sono molteplici: per farli nostri e vivere in sicurezza la nostra esperienza in piscina diventa essenziale seguire tutte e 3 le fasi segnalate esattamente nell’ordine riportato. In questo modo il nostro corpo avrà il tempo di adattarsi all’attività e, in seguito, di tornare alla sua staticità.

In breve incrementeremo gli effetti positivi del fitness in acqua, che ci accompagneranno a lungo, ed eviteremo di incappare in imprevisti o disagi.

Share Post